Carrello banco per mercato

struttura banco

È un banco per mercato unico nel suo genere che ho ideato, progettato e costruito nel 1993 partendo da un vecchio carrello dei mercati generali.
Il risultato è stato un veicolo atipico che ancora oggi non rientra in nessuna delle categorie disciplinate dal codice della strada!
Di fatto era un comune veicolo a braccia, in quanto guidato da una persona a piedi, ma le due grosse batterie al piombo che montava ne facevano un mezzo a propulsione elettrica, con tanto di frecce di posizione e luci di direzione.
Trattandosi di un mezzo che doveva viaggiare su strada dovevo fare in modo che non superasse i limiti di ingombro previsti, ma allo stesso tempo avevo bisogno che potesse “aprirsi” per esporre adeguatamente la merce al mercato. Perciò avevo studiato dei congegni estraibili per le croci su cui poggiava la tenda e per il piano di vendita sul quale andavano collocate le plance espositive. L’impianto di illuminazione a faretti era fisso, così come le bilance elettroniche e il telo attorno al banco che celava la struttura inferiore. Tutte le parti metalliche erano in acciao inox per garantirne solidità, igiene e manutenzione. Due comodi cassetti, inseriti sotto il piano vendita, servivano a contenere gli accessori.
La pedana, in legno e acciaio, a fine giornata veniva “appesa” al lato interno del carrello e fissata con due morsetti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Caratteristiche tecniche:

velocità: 30 Km/h
autonomia: 100 Km.
portata max: 25 ql.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *